Polisonnografia: come prepararsi per l’esame?

9 Feb, 2024

Polisonnografia: come prepararsi per l’esame?

Polisonnografia - Nicola Dardes Pneumologo Roma
Home » Domande frequenti » Esami diagnostici » Polisonnografia: come prepararsi per l’esame?

La polisonnografia è un esame molto semplice, indolore, per nulla invasivo. Non presenta alcun effetto indesiderato o controindicazioni e non richiede alcuna anestesia o sedazione.

Il paziente non è esposto a correnti elettriche né a radiazioni. Dovrà dormire spontaneamente per alcune ore, non necessariamente per tutta la notte.

L’esame richiede una preparazione a cui è davvero facile attenersi. A partire dal pomeriggio è sufficiente non assumere alcolici, cioccolato , cibi o bevande contenenti caffeina (caffè, tè, cola cola, bevande energetiche). Questi possono infatti disturbare il sonno notturno, alterando i risultati del test.

Se si stanno assumendo medicinali è importante informare per tempo il medico. Alcuni farmaci possono, infatti, influenzare il sonno e quindi le successive analisi  interpretative.

Prima di sottoporsi alla polisonnografia presso la nostra struttura, il paziente dovrà rispettare una serie di accorgimenti. Questi sono necessari per il buon esito dell’indagine.

Dopo aver mangiato e curato la propria igiene personale, il paziente non dovrà applicare sulla pelle alcun genere di cosmetico. Tali comportamenti sono determinanti per non compromettere il corretto contatto degli elettrodi utilizzati per l’esame.

Inoltre, almeno un dito della mano, preferibilmente l’anulare o il medio, dovrà essere privo di smalto o unghie artificiali affinché vi possa essere applicato il saturimetro. Si tratta dello strumento che consente di monitorare costantemente lo stato di ossigenazione del sangue, uno dei principali parametri analizzati. 

Il paziente avrà l’accortezza di indossare biancheria intima di cotone. Infatti, la strumentazione e le fasce di registrazione vengono posizionate sopra e non sotto la maglietta intima.

Il personale medico provvederà a fornire tempestivamente tutte le necessarie informazioni, al fine di eseguire l’esame in maniera precisa e corretta. Il paziente dovrà addormentarsi dopo aver assunto eventuali farmaci utilizzati e indossato un pigiama con bottoni sul davanti.

La polisonnografia si esegue di notte presso la nostra struttura sanitaria. In questo modo vengono garantiti i più elevati standard qualitativi in termini di assistenza medica e infermieristica. In casi selezionati può essere effettuato anche a domicilio.

Si svolge in una stanza, munita di tutto il necessario per monitorare scrupolosamente l’attività notturna del paziente. Ma anche per verificare il corretto funzionamento dei sensori e degli altri dispositivi.

Per facilitare l’adattamento al nuovo ambiente, il paziente può portare con sé tutto ciò che usa solitamente a casa propria quando va a dormire.

Al mattino, rimossi i sensori, il paziente potrà riprendere le normali attività quotidiane, lavoro incluso.