Cancro ai polmoni, l’intelligenza artificiale per la diagnosi precoce?

13 Gen, 2024

Cancro ai polmoni, l’intelligenza artificiale per la diagnosi precoce?

cancro ai polmoni prevenzione - Nicola Dardes Pneumologo Roma
Home » Studi e Ricerche » Cancro ai polmoni, l’intelligenza artificiale per la diagnosi precoce?
Nature Medicine ha selezionato i trial del 2024 che scriveranno il futuro. Dal triage dei pazienti all’editing di base, da un vaccino contro l’HIV alla prevenzione del cancro ai polmoni. Gli studi clinici del nuovo anno coinvolgono ricercatori di ogni parte del mondo e scende in campo anche l’intelligenza artificiale.

L’intelligenza artificiale per la diagnosi precoce del cancro al polmone.
David Baldwin, pneumologo presso gli ospedali universitari di Nottingham e professore onorario di medicina presso l’Università di Nottingham, spiega come “diagnosticare precocemente il cancro ai polmoni salva vite umane. Sebbene quasi tre quarti dei tumori polmonari vengano diagnosticati tardi, allo stadio 3 o 4, la diagnosi precoce in qualsiasi stadio consente un trattamento migliore e più efficace.

Una radiografia del torace è molto spesso il primo esame a suggerire il cancro ai polmoni. Se seguita tempestivamente da una tomografia computerizzata (TC), può avanzare la diagnosi.

Il nostro studio di controllo randomizzato in corso su 150.000 pazienti in sei ospedali del Regno Unito verifica se l’intelligenza artificiale (AI) applicata alle radiografie del torace non appena vengono eseguite riduce il tempo necessario per una TAC e il tempo per la diagnosi.

Abbiamo precedentemente dimostrato che la refertazione immediata delle radiografie del torace da parte dei radiografi può fare una differenza sostanziale. Quasi dimezzando il tempo necessario alla diagnosi, da 63 giorni a 32 giorni.
I pazienti indirizzati dalle cure primarie per la radiografia del torace sono inclusi per l’analisi da parte dell’AI. Completeremo il reclutamento nel luglio 2024 e speriamo di ottenere risultati nel 2024.

La nostra ipotesi, basata sulla nostra ricerca precedente, è che potremmo identificare il cancro ai polmoni prima e ridurre i tempi di diagnosi fino al 50%.

L’intelligenza artificiale viene implementata negli ospedali spesso senza un’adeguata analisi degli impatti clinici, cosa che ci preoccupa.
Se il nostro studio riscontrasse un miglioramento significativo nel tempo necessario alla diagnosi, probabilmente porterà a un cambiamento immediato nello standard di cura. Per includere l’IA al momento della radiografia del torace”.

Screening TC per il cancro ai polmoni.
Carlijn M. van der Aalst, professore assistente al Department of Public Health, Erasmus Medical Center, di Rotterdam ricorda come “due studi randomizzati e controllati su larga scala hanno dimostrato che lo screening del cancro del polmone mediante TC può ridurre la mortalità per cancro del polmone. Altri studi più piccoli hanno mostrato risultati comparabili.

Tuttavia, è probabile che l’implementazione dello screening del cancro ai polmoni sia limitata, lenta e di qualità variabile. In parte perché le scansioni TC iniziali non mostrano segni di cancro per nove persone su dieci.

In the lung run, metterà a confronto se lo screening ogni 2 anni è efficace nel prevenire le morti per cancro. E se lo è tanto quanto i test annuali nei soggetti che non presentano anomalie alla prima scansione.

Lo studio esaminerà 26.000 persone in sei paesi europei. Se l’implementazione dello screening del cancro ai polmoni può essere ottimizzata, si prevede che molte persone trarranno rapidamente beneficio da questa tecnologia di screening di alta qualità. Altre dovranno affrontare meno danni di quanto previsto in precedenza e i costi sanitari saranno ridotti”.